Tutto sul credito d’imposta per energia elettrica e gas
blog energie

Tutto sul credito d’imposta per energia elettrica e gas

Scopriamo come funziona il credito d’imposta

 

I Decreti Legge n. 21 marzo 2022, n. 21 e 17 maggio 2022 n. 50 (rinnovati dal Decreto Aiuti Ter n. 144/2022 per i mesi di ottobre e novembre 2022) hanno introdotto un credito d’imposta a favore delle imprese per fornire un sollievo alle conseguenze dei rincari subiti nelle forniture di energia elettrica e gas. Sono previsti aiuti sia per le aziende cosiddette “energivore” (aziende che hanno consumi notevoli) che per le non energivore.
Il legislatore ha emanato nel corso del 2022 numerose disposizioni normative che riconoscono alle imprese, a determinate condizioni, un credito d’imposta pari a una quota delle spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica, gas e carburanti, in misura variabile in base al periodo di riferimento.


Imprese energivore e gasivore

Per le imprese energivore è riconosciuto un credito d’imposta dal 20% al 40% delle spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica, per i primi tre trimestri e per il periodo ottobre/novembre del 2022. Per quelle gasivore è riconosciuto un credito d’imposta dal 10% al 40% delle spese sostenute per l’acquisto di gas naturale, per i primi tre trimestri e per il periodo ottobre/novembre del 2022.


E le imprese a basso consumo?

Alle imprese diverse da quelle a forte consumo di energia elettrica, è riconosciuto un credito d’imposta dal 15% al 30% delle spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica, per il secondo e terzo trimestre e per il periodo ottobre/novembre del 2022. Alle imprese non gasivore, è riconosciuto un credito d’imposta dal 25% al 40% delle spese sostenute per l’acquisto di gas naturale, per il secondo e terzo trimestre e per il periodo ottobre/novembre del 2022;


Come fruire del credito d’imposta?

Dopo essersi rivolti al proprio commercialista, i beneficiari dei crediti d'imposta avranno tempo:

  • fino al 31 marzo 2023 per l'utilizzo in compensazione, con modello F24, degli importi spettanti relativi al terzo trimestre 2022 e ai mesi di ottobre e novembre 2022;
  • fino al 31 dicembre 2022 per l'utilizzo in compensazione dei bonus relativi ai primi due trimestri.

 

Cosa fa Cogeser Energia per i propri clienti?

La nostra azienda ha investito in un modulo software che permette di calcolare per tutti i clienti, beneficiari del credito d’imposta, il valore potenziale da richiedere.

Il calcolo totale rileva un valore complessivo di 500.000 euro. L’obiettivo è quello di inviare ad ogni cliente il proprio conteggio, per poter sostenere imprese e Partite Iva in questo momento difficile.

Instagram

© 2022 Cogeser Energia   |   Privacy & Cookie Policy